_edited.jpg

Bio

Italian version below -
 

" What is a work of art: the emanation of a vision that rises from the Unconscious to be transformed, as a service to the collective. Who is the Artist: the one who offers himself as a Shaman, the one who crosses the Dimensions, the different skies, to recover lost pieces of Soul. The Shaman Artist is a healer, he shows thanks to the skilful use of color, what the Wound is. He uses his body, his feeling, he lays bare and lets himself be used. The Spirit takes possession of the Artist, down to the last fiber, and stimulates his creative sensory abilities to communicate with the Hearts of humans. The Artist does not know what he is called to give birth to. The Artist knows that he cannot refrain from responding with his own Fire, carrying out each time a profound process of inner denuding, he must see his own Shadow projected on the walls of reality. It is a painful process and at times the result may seem less intense than his intentions, and then he will use all of himself in another work, and in yet another, he will put even more Fire, even more Color, surpassing his own limits, overcoming his reserve and innate delicacy, to see his own image poured out to the world. Thus he will feel that his action to save humanity from the brutality of indifference is complete. "

 

 

 

 

 

" Cos'è un'opera d'Arte: l'emanazione di una visione che dall'Inconscio risale per essere trasformata, quale servizio al collettivo. Chi è l'Artista: colui che offre se stesso quale Sciamano, colui che attraversa le Dimensioni, i diversi cieli, per recuperare pezzi d'Anima perduti. L'Artista Sciamano è un guaritore, mostra grazie all'uso sapiente del colore, quale sia la Ferita. Egli usa il proprio corpo, il sentire, si mette a nudo e si fa usare. Lo Spirito prende possesso dell'Artista, fino all'ultima fibra e ne stimola le capacità sensoriali creative per comunicare con i Cuori degli umani. L'Artista non sa cosa è chiamato a partorire. L'Artista sa che non può esimersi dal rispondere con il proprio Fuoco, mettendo in atto ogni volta un profondo processo di denudamento interiore, egli deve vedere la propria Ombra proiettata sulle pareti della realtà. E' un processo doloroso e a volte il risultato gli può sembrare meno intenso delle sue intenzioni, e allora egli utilizzerà tutto se stesso in un'altra Opera, e in un'altra ancora, metterà ancora più Fuoco, ancora più Colore, superando i suoi limiti, superando la sua riservatezza ed innata delicatezza, per vedere la propria immagine riversata sul mondo. Così sentirà egli che la sua azione di salvare l'umanità dalla brutalità dell'indifferenza è compiuta. "

- Stefania Laila Marinelli -

Logo Doni Final_edited.png

- Stefania Laila Marinelli -

Logo Doni Final_edited.png